Attualità nelle nuove drammaturgie: “Idiota” di Jordi Casanovas

di Michele Iuculano

Roberto Rustioni tenta un rinnovamento della scena teatrale italiana portando al TFP Idiota, un recente testo di Jordi Casanovas, drammaturgo e regista catalano. Esperimento riuscito: dal 6 al 15 marzo la Sala Tre del Teatro ospiterà quest’opera nuova che, grazie alla sua attualità, già dalle prime repliche non manca di sorprendere e interessare il pubblico.

Idiota di Jordi Casanovas è un’opera che racconta con semplicità e chiarezza due storie: quella dell’uomo, delle sue debolezze e sofferenze, e, in chiave allegorica, quella della recente crisi economica e sociale. I due piani si intrecciano continuamente restando sempre in perfetto e naturale equilibrio: mentre Casanovas fa combaciare i suoi personaggi alle nazioni che rappresentano, e conseguentemente le loro relazioni ai rapporti tra gli stati, l’andamento della società risulta naturalmente legato alle condizioni dei cittadini e i loro problemi spesso non sono altro che lo specchio della crisi globale.

L’autore esprime tale delicato equilibrio utilizzando diversi espedienti, a partire da quello situazionale: l’esperimento psicoanalitico. Carlos Varela, il protagonista, è un uomo sul lastrico, bugiardo e cafone che, pur di sanare i suoi debiti e salvare la sua attività, la sua famiglia e la sua vita, decide di partecipare all’esperimento condotto dalla dottoressa tedesca Edel. Carlos dovrà sottoporsi a una serie di quesiti di pensiero laterale per cui non viene richiesta alcuna conoscenza, bensì la capacità di ragionare fuori dagli schemi, di trovare soluzioni sempre nuove. Rispondere correttamente è di vitale importanza: ad ogni risposta errata un suo famigliare soffrirà.

Nella traduzione di Francesca Clari, il linguaggio aderisce alla professionalità della dottoressa e all’ impacciata naturalezza dell’uomo comune Carlos. Allo stesso modo le musiche ambient, le luci diffuse e omogenee, i divanetti, i loghi, le poltroncine e gli allarmi presenti in scena, ci consentono fin dall’inizio della pièce di immergerci nello studio di un laboratorio di ricerca. Insomma, l’intera impronta registica sembra essere mirata al supporto della drammaturgia e del suo realismo tagliente.

Roberto Rustioni e Giulia Trippetta rendono magistralmente l’atmosfera distopica creata dall’opera: Trippetta interpreta il ruolo della ricercatrice fredda e formale, riuscendo a mantenere un tono monocorde senza tuttavia appesantire il dialogo; Rustioni affronta invece la difficile verbosità della drammaturgia, il cui ritmo incalzante tende a far prevalere l’attore sul personaggio. 

Gli equilibri perfetti della drammaturgia, le tematiche attuali, l’eccellente interpretazione, il divertente gioco degli indovinelli in cui il pubblico si cimenta, carico di trasporto per la drammatica situazione dell’uomo, fanno dell’ Idiota uno spettacolo assolutamente da non perdere.

di Jordi Casanovas
traduzione di Francesca Clari in collaborazione con Francesco Fava
con Roberto Rustioni e Giulia Trippetta
regia Roberto Rustioni
aiuto regia Francesco Piotti
scene & Costumi Francesco Esposito
contributi Video Pablo Solari
ideazione Video Igor Renzetti
disegno Luci Gianluca Cappelletti
una produzione Fattore K
in collaborazione con “Fabulamundi.Playwriting Europe” e AssociazioneOlindaProduzione

Per altre info e prezzi: https://www.teatrofrancoparenti.it/spettacolo/idiota/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: