Corrado Tedeschi: l’uomo che amava le donne, e il teatro

di Maria Francesca Moro

Il Bertrand Morane del celebre film di Truffaut amava le donne tanto quanto Corrado Tedeschi ama il teatro.

Dopo il successo dello scorso gennaio, torna L’uomo che amava le donne, lo spettacolo di Luca CairatiCristiano Roccamo e Corrado Tedeschi, quest’ultimo anche attore sul palco, accompagnato da Elisa Fumagalli e, al pianoforte, Sara Castiglia.

Dall’omonimo film lo spettacolo, omaggio alla sensibilità di Truffaut, prende solo spunto. Il capolavoro del regista francese nelle mani di Tedeschi si trasforma, diventa il pretesto per parlare d’amore, di donne, dell’amore per le donne come unica via di salvezza. E Tedeschi non si serve del solo aiuto di Truffaut ma chiama a raccolta poeti, attori, musicisti: prende in prestito le loro parole, creando qualcosa che va oltre il teatro, che unisce in sé cinema, musica e letteratura. Uno spettacolo che supera persino le barriere del palcoscenico, sul quale è chiamato a salire il pubblico stesso. Con gli spettatori, infatti, Tedeschi gioca per tutto il tempo: li intervista, ci chiacchera, li porta a recitare, accende i riflettori su di loro. Il risultato è uno spettacolo sempre diverso, mai uguale a se stesso, che riserva ogni sera una nuova sorpresa.

Lasciate dunque la timidezza fuori dalla sala e non adagiatevi troppo sulle vostre poltrone! Siate pronti a raccontare della prima volta che avete detto “ti amo” o di come avete chiesto in sposa la vostra amata. Preparatevi a salire in scena nei panni di Cyrano o nelle vesti di una vedova abbandonata. Insomma, siate pronti a divertirvi, ma non troppo, perché l’istrionismo di Tedeschi non si limita alle gag spassose, è in grado anche di emozionare e far commuovere. E dopo le risate arriva sempre la lacrimuccia.

Corrado Tedeschi è così, è un attore a tutto tondo, un animale da palcoscenico capace di coinvolgere come pochi, e nel suo L’uomo che amava le donne ne dà pienamente prova. Dimostra il suo amore per il teatro e l’arte tutta. E se è vero che «amor ch’a nullo amato amar perdona», non potrete non riamarlo anche voi.

 

L’amore secondo Truffaut
da Martedì 3 a Domenica 15 Maggio 2016
uno spettacolo di Luca Cairati, Cristiano Roccamo e
Corrado Tedeschi
con Corrado Tedeschi, Elisa Fumagalli, Sara Castiglia (pianoforte)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: