UNO SPETTACOLO DIVERTENTISSIMO CHE NON FINISCE CON UN SUICIDIO

di Alessia Trovato

Uno spettacolo sbagliato. Dall’inizio.

Uno spettacolo divertentissimo che non finisce con un suicidio, di Lodo Guenzi e regia di Nicola Borghesi, parte dalla stand up comedy e si perde in una storia vera.

Lodo Guenzi è l’unico protagonista della scena, ci racconta diverse storie vere in uno show autentico. L’attore davanti al pubblico è chiamato a portare a termine qualcosa da cui vorrebbe istintivamente fuggire, che è quello che di solito fa, che ha sempre fatto. Non ci si annoia nemmeno per un secondo, incredibile come in meno di due ore ci si possa emozionare ascoltando l’esperienza di un’altra persona. Emozionare in ogni senso, si ride e si piange. Arrivare all’anima delle persone è una delle cose più difficili che possano accadere, ma Lodo ci riesce benissimo. Quando si riesce ad ottenere da parte del pubblico la percezione di star vedendo qualcosa di autentico, quello è uno spettacolo incredibilmente riuscito, questo è accaduto sul palco della sala grande del Teatro Franco Parenti di Milano il 12 Luglio 2021.

Come tutti sanno, Lodo Guenzi è noto per ben altro che essere un attore. Il cantante de Lo Stato Sociale si è trovato da solo a confrontarsi con un nuovo modo di comunicare alle persone. Lodo è riuscito ad instaurare una forte connessione con il pubblico tramite l’arte della parola scenica. È una riflessione sul perché si continui a stare sulla scena oggi: per passione forse, per imparare a guardarci e riconoscerci come esseri umani? Per amore? Perché non c’è niente altro da fare? Per dimenticare? Per ricordarsi? Sicuramente per ascoltare una storia, quella di un ragazzo che deve diventare adulto.

Nello specifico è la storia dell’attore: gli eventi narrati possono essere già noti al pubblico e vederli dalla prospettiva del protagonista che le ha vissute offre un gusto tutto nuovo alla narrazione. Si viaggia tra momenti più concitati e altri più rallentati, tra discorsi seri e semiseri. Tra due tocchi al pianoforte e una musica di sottofondo che riassume la sua vita.

Inoltre, durante il racconto vengono svelati particolari divertentissimi o super intimi e personalissimi della vita dell’attore che catturano il pubblico. C’è una storia, c’è dell’intrattenimento, la vita vera e molti assurdi retroscena del mondo dello spettacolo. Per esempio? «Sanremo e X-Factor sono come con la tragedia greca: tutti conoscono la storia ma dipende da come la racconti. Dal punto di vista di una persona non tagliata per il generalista e che da questo è stata accolta, molti episodi diventano paradossali, modi per interrogarsi su chi si diventa».

Il punto di partenza dello spettacolo è la biografia di Lodo Guenzi, emerge la storia di una persona che cerca di cambiare le cose ma poi le cose cambiano lui. Il concetto portante dell’intero spettacolo è la frase del filosofo Adorno: “dall’adolescenza non è esci vivo o ne esci adulto”.

Lo spettacolo è in un unico atto, l’attore è da solo sulla scena, fa un lungo monologo, ma in realtà è come se fosse un vero e proprio dialogo con il pubblico perché viene reso partecipe in molteplici momenti. Sulla scena si trovano una scaletta e un pianoforte, strettamente connesse alle storie raccontate, in sottofondo “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo, che Lodo ammette di non riuscire a cantare bene ma di esserci legato fortemente sin dalla sua prima esperienza teatrale.

Gli applausi finali sono stati forti e meritati per questa produzione dal sapore autentico che suscita una risata decisamente non facile ma consapevole.

con Lodo Guenzi

di Lodo Guenzi e Nicola Borghesi

in collaborazione con Daniele Parisi e Gioia Salvatori

regia Nicola Borghesi

Argot Produzioni e Pierfrancesco Pisani e Isabella Borrettini per Infinito Produzioni

Per maggiori informazioni clicca qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: