I FANTASMI DELLA STORIA TRA MITO E REALTA’: MA CHI ERANO VERAMENTE I MEDICI? LA PAROLA AL PUBBLICO

Di Noemi Sferlazza e Valeria Nobile

“Quant’è bella giovinezza

che si fugge tuttavia!

Chi vuole esser lieto, sia,

di doman non c’è certezza.”

Per questo basic instinct su Firenze e i Medici non potevamo non citare il grande “Larry” come direbbe Scarlini. Inauguriamo dunque la nuova stagione con le nostre domande a bruciapelo al pubblico del Parenti: la nostra scelta questa volta è ricaduta sulla presentazione del libro L’ultima regina di Firenze dell’eclettico Luca Scarlini.

Come sempre qualche impressione prima dello spettacolo…

Prima domanda semplice semplice: l’ultimo libro che hai letto?

“Sono appassionato di storia…l’ultimo libro che ho letto è stato “Rinascimento Privato” della grande Maria Bellonci. Un eccellente ritratto di una grande figura femminile della storia italiana: Isabella D’Este.” (Antonio, 56 anni, novello Alberto Angela)

“Ho riscoperto con piacere “Il barone rampante” di Italo Calvino. Lo avevo letto da bambina, ma non lo avevo apprezzato a dovere!” (Federica, 27 anni, meglio tardi che mai!)

“Naturalmente “L’ultima regina di Firenze” di Luca Scarlini! Non vedo l’ora di assistere a questa presentazione, per scoprire qualcosa in più!” (Marco, 46 anni, “Scarliniano” sfegatato)

“Le mie figlie mi hanno costretta a leggere “Lo Hobbit”, lo sto ancora leggendo…(breve momento di silenzio). Mi sta piacendo molto, ma non fatelo sapere alle mie figlie!” (Anita, 53 anni, mamma testarda)

In che periodo storico ti sarebbe piaciuto vivere?

“Non saprei…di sicuro però non nel Settecento! Quei parrucconi enormi dovevano essere decisamente poco igienici e per nulla comodi da portare!” (Camilla, 50 anni, esperta di moda)

“L’antica Roma! Per rivivere appieno quelle spettacolari marce trionfali dopo una grande campagna militare oppure per assistere ai combattimenti dei gladiatori.” (Giulio, 38 anni, cugino alla lontana di Massimo Decimo Meridio)

“Nell’Italia rinascimentale per conoscere artisti del calibro di Leonardo, Michelangelo, Brunelleschi…loro sì che ci hanno regalato tanta bellezza!” (Maria, 67 anni, inguaribile nostalgica)

Che personaggio di corte tardo rinascimentale avresti voluto essere?

“Mi sarebbe piaciuto essere un artista alla Corte di un importante mecenate… Magari un teatrante…si ecco come Molière! Lui sì che era un genio!” (Paolo, 52 anni, francesista di livello)

“Uno scienziato al pari di Galileo….anche se non è stato proprio fortunatissimo con l’Inquisizione tra i piedi poveretto! Lo stiamo studiando ora a scuola” (Gaia, 17 anni, studentessa modello)

“La Signora della Corte sicuramente! Mi ci vedo proprio a tessere intrighi, convocare artisti e combinare matrimoni…perché naturalmente sarei io quella che porta i pantaloni in casa, mica mio marito! Un po’ come adesso, insomma…” (Agnese, 59 anni, moderna Lucrezia Borgia)

E dopo che il sipario cala, qualche commento a caldo…

Visto che durante lo spettacolo abbiamo visto molti ritratti, se potessi scegliere un pittore famoso da cui farti ritrarre chi sceglieresti?

“Beh senza dubbio Goya, devo dirti perché?” (Annamaria, 37 anni, no non dircelo cara, chi non conosce la famosa Maya?)

“Visto che non sono bellissimo sceglierei Picasso così mi ritrarrebbe in modo strano e non mi si riconoscerebbe” (Giulio, 50 anni, eterno brutto anatroccolo)

“Mi sono sempre vista nei panni della Gioconda” (Claudia, 25 anni, insomma un Leonardo qualunque, ci si accontenta di poco)

Il libro di Scarlini s’intitola L’ultima regina di Firenze, se tu avessi la possibilità di essere regina cosa faresti?

“Vieterei la guerra e cercherei di sconfiggere la fame nel mondo” (Marta, 17 anni, piccole Miss Universo crescono)

“Visto che sono maschio, se fossi re io abolirei la monarchia una volta per tutte: viva la democrazia!” (Angelo, 56 anni, reali del mondo tremate la sua non è una minaccia, ma una promessa)

“Mi comprerei un sacco di vestiti e gioielli!” (Chiara, 35 anni, per citare Madonna ecco a voi la “material girl”)

Ultima domanda. Vediamo se sei stato attento: da dove viene il caco?

“Perché ne hanno parlato?” (Giovanni, 36 anni, no tesoro te lo chiedo perché ho un po’ di fame, bocciato senza possibilità di appello)

“Aspetta me lo ricordo: era un paese asiatico, la Corea forse?” (Camilla, 26 anni, c’eri quasi: rimandata a settembre)

“Il Giappone, pensavi di fregarmi eh? Ma io sono sempre attento!” (Gianni, 48 anni, il cioccolatino come premio lo vuoi?)

In occasione della presentazione del libro di Luca Scarlini

L’ultima regina di Firenze. I Medici: atto finale, edito da Bompiani

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: