Primo Levi ha ancora tanto da dire: presentazione del III volume delle sue Opere Complete

di Beatrice Salvioni

È ancora un giovedì letterario al Franco Parenti. Il 5 Luglio la sala AcomeA, con Marco Belpoliti e Gioele Dix, ospiterà un incontro su una delle figure più importanti del nostro novecento: Primo Levi, chimico, scrittore, testimone.

La storia è piena di famosi Grandi rifiuti: c’è Celestino V, il papa che Dante mette all’inferno tra gli ignavi, c’è Edoardo VIII, re d’Inghilterra che rinuncia al trono per sposare Wallis Simpson, americana con due matrimoni alle spalle, e nel 1947 c’è il manoscritto di Se questo è un uomo, immortale e poetica testimonianza di come un uomo possa sopravvivere all’abisso, che viene rifiutato da Natalia Ginzurg e Cesare Pavese, consulenti editoriali Einaudi.

Sarà la piccola casa editrice De Silva di Franco Antonicelli a pubblicarlo nello stesso anno in sole 2500 copie.

Nel 1958 e poi proprio Einaudi a ripubblicare Se questo è un uomo, con aggiunte e varianti importanti, e oggi presenta il terzo volume delle opere complete di Primo Levi che accoglie le più ampie e rilevanti interviste, alcune delle quali trascritte qui per la prima volta, tenute dal 1961, prima apparizione dello scrittore su un giornale in veste d’intervistato, al 1987, anno della sua morte.

In queste pagine emerge un Primo Levi triforme: c’è il chimico, il volto con cui si è guadagnato da vivere, c’è il testimone, la missione a cui, spinto dall’urgenza insopprimibile di far conoscere al mondo gli orrori della deportazione, si è dedicato una volta uscito dal lager e che ha poi portato alla nascita del suo terzo volto: lo scrittore.

Nelle interviste raccolte questi tre volti si intrecciano dando vita a dichiarazioni preziose per comprendere il rapporto dello scrittore con la letteratura, la scienza, la politica, la religione; un libro che diventa uno strumento importante per conoscere la voce dello scrittore anche al di là dei libri più noti, una voce pacata e acuta, più personale, privata.

A guidare l’incontro di giovedì sarà Marco Belpoliti, scrittore, critico, curatore dal 1997 presso Einaudi dell’edizione critica delle Opere di Primo Levi e autore di Primo Levi di fronte e di profilo, libro in cui racconta l’universo dello scrittore torinese e la sua opera sfaccettata e complessa.

A riportare in vita la voce di Primo Levi sarà Gioele Dix che ritorna al Franco Parenti con la sua abilità attoriale e la sua invincibile passione per la letteratura.

Un incontro per conoscere o approfondire la figura di uno dei più grandi scrittori del novecento e per ricordarci che la forza della parola e della verità sono le uniche armi per vincere il tempo, anche il nostro.

giovedì 5 luglio h 19:00

Sala AcomeA

Per maggiori informazioni: Cliccare qui

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: