Un teatro “grotTeschio”!

di Flavia Occhini (1992), Economia e Management per Arte, Cultura e Comunicazione presso l’Università Luigi Bocconi.
 

La penultima serata al Parenti si apre con il consueto ritardo delle belle principesse che si fanno desiderare ed è pure venerdì 17, ma fortuna vuole che i brontoloni di altre serate si siano fatti da parte per lasciare campo libero ad Amleti di tutte le età!

L’attesa viene interrotta da CollettivO CineticO, in simultanea con Monstera. I trucchi del teatro fanno miracoli, ma ancora non ho l’ubiquità, quindi mi godo solo il primo, che porta in scena un “provino” per il ruolo di Amleto. Niente scherzi: si tratta di persone selezionate dal popolo di Facebook, lì solo per una sera e per la prima volta! Le loro performance le giudicano gli spettatori con l’applausometro e gli eliminati cadono a terra, dove si tracciano i segni bianchi dei luoghi del delitto, ma a morire dal ridere è solo il pubblico.
Poi tutti in Foyer per Teatro sotterraneo, accampati come i bambini dell’Isola che non c’è per la buonanotte. Aspettiamo l’inizio davanti a una casetta luminosa, che ricorda l’albero azzurro. Non a caso, Amleto ha qui otto anni!

Non c’è tempo per vederlo crescere, che già si deve saltare come parkour per le scale e arrivare all’incontro con gli autori. L’inimitabile Gianfranco Berardi fa scrosciare applausi e risate, entrando nel silenzio e scherzando sul fatto che non vede: “C’è qualcuno? Meno male che non ho fatto un rutto!”. Ci incanta con la poesia che alterna alla comicità.
A seguire Cruciani/Santeramo ci riportano alla cruciale tragicità, con un’abilità teatrale rara e tutta l’angoscia del nucleo familiare di Amleto.

Come riprendersi dalla dura verità? Con Chiedetemi tutto, ma non Amleto di Berardi Casolari a cui chiedo (dato che può essermi negato solo l’Amleto) di prestarmi l’aggettivo geniale che definisce tutta la serata: “grotTeschia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: